Per rispondere alle discussioni e partecipare al forum ACCEDI oppure ISCRIVITI !

La fabbrica dei Veri Uomini

La fabbrica dei Veri Uomini

« precedente | successivo »
Pagine: [1]   Vai Giù
0 Utenti e 1 Visitatore stanno guardando questo topic.
Autore Topic:

sonno, problema generazionale?

(Letto 141 volte)

sonno, problema generazionale?

« del: 08 Ottobre 2017, 14:43:19 »

Scrivo questo post in "miglioramento a 360°" anche se non si parla proprio di miglioramento.

Non so voi, ma a me capita spesso di avere voglia di dormire. non solo io, anche i miei fratelli, e molte altri ragazzi e  ragazze giovani. anche su fb spesso vedo che battute sul voler dormire sono di largo uso. Sembra che in molti abbiano un certo senso di pigrizia e letargia in generale, per quanto questo non sia un grosso problema. Ma guardo i miei genitori e gente di un'altra generazione e mi pare che loro questo problema non ce l'abbiano. io dormicchierei tranquillamente tutto il giorno! OGgi pomeriggio dovvo andare a una sagra di paese, a divertirmi bere e mangiare castagne in compagnia, e magari pure rimorchiare, ma ho preferito riposarmi... perchè negli ultimi giorni c'ho dato dentro con i rapporti interpersonali e sento il bisogno di rimanere tranquillo... ma questo centra fino a un certo punto. il fatto è che mi capita anche in settimana di desiderare non lavorare per ritirarmi nel quieto tranquillo covo comodo.

Adesso, capisco che non sia un grosso problema, ma io vorrei fare molte cose nella mia giornata e invece spesso mi ritrovo a riposarmi. il che cmq, ripeto, non è un grosso problema. il riposo è sicuramente una cosa importante, ma di certo se avessi una casa e una famiglia di cui occuparmi questo sarebbe un problema.

oggi ne abbiamo parlato a tavola con i miei genitori, perchè anche mio fratello soffre della stessa senso di stanchezza. io sostengo che, appunto, sia un po un problema della mia generazione. forse l'iperconnessione ci stanca di più la testa? troppi progetti, propositi, cose da fare?
mio padre sostiene che sia dovuto al fatto che dedichiamo molto tempo a cosa che non sono concrete, non hanno un fine pratico: computer, social, uscire a divertirsi... sono tutte cose che per quanto rilassanti e divertenti non portano a nessun prodotto tangibile, e quindi non porta all'eccitazione dell'azione ma alla quiete dello svago. l'ho trovato uno spunto interessante. in effetti nella mia giornata ci sono spesso cose che faccio che non portano a nulla, e quando lavoro su qualcosa di più pratico (pulizie di casa, hobby, allenamento) il sonno non c'è.   pensate abbia senso?

Loggato

JeanCloud

  • CSI-6
  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 89
  • Offline Offline
  • Posts: 429

Re: sonno, problema generazionale?

« Risposta #1 del: 08 Ottobre 2017, 15:17:17 »

Citato da: JeanCloud il 08 Ottobre 2017, 14:43:19

 pensate abbia senso?

Ti capita mai di provare nel corso della giornata un irresistibile e improcrastinabile impulso ad addormentarti ( mediamente ogni 2 ore)?

Loggato

Pintahouse

  • SI-Mr. Seduzione Italiana
  • Grafomane
  • *
  • Mi piace = 49
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Pornassio
  • Posts: 696

Re: sonno, problema generazionale?

« Risposta #2 del: 08 Ottobre 2017, 16:11:01 »

Io invece ho il problema opposto. Mi sveglio sempre alla stessa ora e devo essere attivo. Non guardo mai facebook, stare a messaggiare mi pesa e ho da poco scoperto che andare in palestra la mattina mi permette di staccare dal mondo interconnesso per un po' e di vivere la vita reale e non quella cellulare. Stare a letto a non fare nulla è una cosa che non so fare. Preferisco pulire i piatti che stare a letto...
E questo mi piace da matti. Potrebbe effettivamente essere che sia come dici tu, ma per avere una visione più oggettiva dovresti chiedere a persone che conosci a malapena se amano dormire. Facebook è progettato per farti vedere cose che loro sono sicuri che ti piacciano.

Loggato


Il mondo va avanti lo stesso, un errore è solo una virgola nella sintassi della tua vita.

"La pietra grezza, appena estratta dalla cava, deve essre tagliata nella giusta forma prima di essere collocata nella costruzione. Rappresenta l'Apprendista che ha iniziato il suo viaggio e che deve lavorare per migliorare se stesso, per passare da uno stato imperfetto, passivo e incosciente ad uno più elevato, creativo e disciplinato."

VenerabYle

  • CSI-6
  • Suggeritore
  • *
  • Mi piace = 18
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 25
  • Residenza: Torino
  • Posts: 217

Re: sonno, problema generazionale?

« Risposta #3 del: 08 Ottobre 2017, 22:02:25 »

pintahouse, si mi capita. spesso. non so se sento il peso delle mie attività e vorrei ritirarmi tranquillo o cosa ma lo sento spesso. meno da quando mi è aumentata la soddisfazione e la motivazione del mio lavoro e della seduzione, ma cmq c'è.

Venerabyle, quindi anche tu confermi che quando ti dedichi molto alle attività più utili e pratiche il problema sonno non si sente. almeno per te, non siamo tutti uguali. cmq proverò a fare il setaccio di come passo le mie giornate e limitare le attività improduttive a favore di quelle produttive, e vedremo che succede.

Loggato

JeanCloud

  • CSI-6
  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 89
  • Offline Offline
  • Posts: 429

Re: sonno, problema generazionale?

« Risposta #4 del: 08 Ottobre 2017, 22:34:42 »

Mi trovo in una situazione simile a quella di VenerabYle. Mi sveglio sempre alla stessa ora (presto) e sono già attiva, non riesco a dormire nel pomeriggio se non in casi estremamente eccezionali. In realtà però non faccio molte cose concrete o pratiche, anzi passo la maggior parte delle mie giornate a studiare sui libri o al pc.
Mi rendo conto che solo durante i cambi di stagione mi sento più stanca o anche quando passo molto tempo in autobus, quello mi strema fisicamente e mentalmente.

Comunque il ragionamento che ha fatto tuo padre mi torna, potrebbe dipendere per esempio da dopamina ed adrenalina, ma dovrei approfondire per esserne sicura.

Loggato

KikY

  • Scriba
  • *
  • Mi piace = 23
  • Offline Offline
  • Sesso: Femminile
  • Età: 23
  • Residenza: Firenze
  • Posts: 98

Re: sonno, problema generazionale?

« Risposta #5 del: 08 Ottobre 2017, 22:41:03 »

Cioè ci vorrebbero dei test? Io, lo sai, sono uno che di tiene piuttosto impegnato. Tutto il giorno ho 8 pazienti e molto spesso sono tutti in luoghi differenti quindi in macchina tutto il giorno. 1 ora di palestra al giorno e fra TM, recitazione 1 volta a settimana, uscite frequenti con amici e scultura ogni tanto mi sento un po' come un bambino che gioca come un matto e appena ha finito di addormenta!

Loggato

JeanCloud

  • CSI-6
  • Consigliere
  • *
  • Mi piace = 89
  • Offline Offline
  • Posts: 429

Re: sonno, problema generazionale?

« Risposta #6 del: 08 Ottobre 2017, 23:00:20 »

Intendevo che dovrei sapere se realmente attività concrete producono un incremento di dopamina e adrenalina che spiegherebbero la minor voglia di dormire. Esistono comunque dei test per valutare la "tipologia di sonno" (varie caratteristiche del proprio sonno). Ci sta anche che il tuo sonno non sia riposante. Il sonno prevede varie fasi e un sonno realmente riposante presenta un equilibrio perfetto tra tutte le fasi (sonno leggero, profondo e REM), la mancanza o un accorciamento di una di queste fasi compromette il riposo, come se non avessi dormito. Questo può portare a farti accumulare stanchezza senza accorgertene e questa ti fa sentire sonnolento per tutta la giornata. Per valutare la qualità del sonno servono però delle valutazioni più complesse e lunghe (EEG da addormentato)
Comunque la tua giornata mi sembra molto pesante, credo sia comprensibile che tu arrivi a sera stanco morto. L'importante è che tu non sballi i ritmi e mantieni almeno 7 ore di sonno la notte.

Loggato

KikY

  • Scriba
  • *
  • Mi piace = 23
  • Offline Offline
  • Sesso: Femminile
  • Età: 23
  • Residenza: Firenze
  • Posts: 98

Re: sonno, problema generazionale?

« Risposta #7 del: 08 Ottobre 2017, 23:36:31 »

Nel mio caso è un periodo di sovraeccitazione dove mi riesce difficile addormentarmi la sera.
Per contro stanotte ho dormito 12 ore filate!

Loggato



.\ /.
-----

AlterEgo

  • CSI-6
  • Grafomane
  • *
  • Mi piace = 114
  • Offline Offline
  • Posts: 1143

Re: sonno, problema generazionale?

« Risposta #8 del: 09 Ottobre 2017, 11:26:22 »

Citato da: JeanCloud il 08 Ottobre 2017, 22:02:25

pintahouse, si mi capita. spesso. non so se sento il peso delle mie attività e vorrei ritirarmi tranquillo o cosa ma lo sento spesso. meno da quando mi è aumentata la soddisfazione e la motivazione del mio lavoro e della seduzione, ma cmq c'è.

Non sono un medico e per carità non voglio crearti allarmismi...però prima di escludere altre cause più semplici, potresti parlarne con un medico e chiedere di fare dei test per la narcolessia. Lui ti saprà fare una diagnosi adeguata. Esclusa quella le cause potrebbero essere più semplici: a volte ci si dimentica per esempio che il sonno va misurato non solo in base alle quantità ma anche alla qualità. Lo stress potrebbe incidere notevolmente.

Loggato

Pintahouse

  • SI-Mr. Seduzione Italiana
  • Grafomane
  • *
  • Mi piace = 49
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Pornassio
  • Posts: 696
Pagine: [1]   Vai Su
« precedente | successivo »
Salta a: