Per rispondere alle discussioni e partecipare al forum ACCEDI oppure ISCRIVITI !

Imparare ad approcciare gratis

Imparare a sedurre gratis

« precedente | successivo »
Pagine: [1] 2 3 4   Vai Giù
0 Utenti e 1 Visitatore stanno guardando questo topic.
Autore Topic:

TermYeditoriale: Il rimorchio come guerra?

(Letto 5723 volte)

TermYeditoriale: Il rimorchio come guerra?

« del: 12 Marzo 2015, 17:49:47 »

Nella community (tutta, marginalmente anche questo forum) l'atto del sedurre una donna viene visto come una sorta di combattimento facente parte di una guerra. I paragoni fra seduzione e combattimento non si contano, c'è stato addirittura chi ha paragonato la seduzione ad una qualche arte marziale.
"L'arte della guerra" di Sun Tzu è un testo presente nella maggior parte delle collezioni di libri degli utenti.
Ma la seduzione è veramente così simile ad una guerra?

La guerra dei geni.
Che l'approccio sessuale sia una competizione è fuor di dubbio. A dispetto delle feministe (che spesso dovrebbero fare uno sforzino per non vilipendere l'intelligenza feminile) è infatti noto a tutti che la competizione sessuale si basa sull'esibizione di qualità evolutivamente vincenti (QEV) e che le donne istintivamente tendano a prediligere il migliore. A quel punto se ne innamorano e si concedono.
Basta riflettere un secondo per formulare un interessante teorema, profondo come quello dell'acqua calda:

la guerra per riprodurci, non la facciamo contro le donne, ma contro gli altri maschi.

Il gene competitor
Le donne sceglieranno il migliore, ma per diventare "il migliore" occorre imparare ad essere migliori dei competitor: questa è la seduzione costruttiva, la seduzione sana. Le vittime di questo miglioramento sono coloro che non hanno meriti e coloro che non accettano i propri limiti. Insomma, coloro che prima o poi in un contesto privo di buonismo e welfare, verrebbero mangiati dal leone di turno. Realizzato questo punto, e facendo 2 + 2 viene alla luce un secondo teorema fondamentale relativo alla seduzione:

Il nemico nel non superare il competitor non è il competitor, ma la tua inerzia nel non migliorare te stesso.

La strategia del leone
Sapete cosa fa un leone adulto non appena caccia il vecchio leone dominante? Uccide tutti i cuccioli del competitor. Il perchè di questo comportamento apparentemente assurdo è semplice: sta eliminando le tracce genetiche del competitor appena sconfitto. Se infatti tali cuccioli crescessero, potrebbero riproporre la contesa fra i geni del vecchio competitor e quelli del nuovo nella nuova generazione. Il leone entrante previene quindi il problema. Gli animali, dei quali siamo solo una delle tante specie, ci insegnano quindi che così come avviene per noi, anche per loro il nemico non è certo la femina, ma l'altro maschio.

Il tuo unico nemico nel sedurre... Sei tu
L'uomo che quindi si nasconde dietro all'odio per il competitor, o che elegge a capro espiatorio delle proprie sessioni onanistiche la donna, non ha capito una sega. Il suo unico nemico è quella parte di se stesso che gli impedisce di vedere la realtà e di accettare i propri difetti e correggerli. Le teorie belliche, marziali ed altre minkiate mascule sono pippe mentali per tenere un punto di orgoglio e scaricare le proprie colpe altrove.
La colpa se non trombi, a meno che tu non sia pesantemente menomato ( e posso garantire che anche in questi casi sono riuscito a dare una mano in modo da risolvere) è solo ed esclusivamente tua.
Quest'uomo che odia le donne e non capisce neanche se stesso è, in assenza di forti  freni inibitori, un potenziale violentatore. Perchè la violenza dal suo punto di vista non è una prevaricazione ma un atto di vittoria.

Conclusioni
Se vogliamo depauperare di ogni poesia l'interazione umana, limitandoci a cose fisiche e come tali dimostrabili, dobbiamo per forza di cose riconoscere che nella propagazione dei nostri geni la donna è un alleato mentre il competitor è un nemico. Ragionare in termini diversi significa travisare completamente l'approccio seduttivo, che diventa quindi riconoscibile come un approccio predatorio e come tale da evitare.
Dareste mai la mano ad una persona che pensate voglia rubarvi qualcosa? Beh, figuratevi allora se una donna sarà disposta a dargli un pezzo della propria vita Wink

« Ultima modifica: 12 Marzo 2015, 18:03:16 da TermYnator »

Loggato


- Vuoi informazioni sui miei corsi di seduzione? -
- Vuoi mandarmi un   messaggio? -
- Per richieste di moderazione clicca QUI -

TermYnator

  • Gran Maestro
  • Administrator
  • Guru della penna
  • *
  • Mi piace = 1607
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 54
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 9397

Re: TermYeditoriale: Il rimorchio come guerra?

« Risposta #1 del: 12 Marzo 2015, 18:13:08 »

 Thumbs Up
Come al solito Maestro hai spiegato in maniera direi eccellente il concetto.

Il nemico principale nella seduzione è quella parte di noi che non accetta i miglioramenti e che non si batte per superare i propri limiti. Chi conosce le donne impara ad amarle chi invece è mdp inside le odia e anche quando si muoverà per conquistarne una ( per soddisfare le proprie voglie) si muoverà solo per compiacere se stesso o farsi bello di fronte ad altri e verrà subito riconosciuto per quello che è: un mdp travestito da uomo. Poi affogherà il proprio eros in un mare di seghe.
Sedurre deve essere un piacevole percorso che ci riempie di soddisfazioni e posso dire che le più grandi soddisfazioni non consistono solo nel fatto che conquistiamo una donna...ma nelle enormi migliorie  di noi stessi che le donne ci insegnano quando ci relazioniamo con loro, cioè quando dopo aver conosciuto una donna( sia essa una amica o un proprio amore) vediamo quanto ci abbia fatto cambiare in positivo arrichendoci. Questa è un ulteriore prova che non sono le donne il problema...il problema siamo noi. Per questo chi concepisce le donne come il nemico da battere sul ring ha già perso in partenza, in pratica è un isolamento dall'universo femminile e non essendoci comunicazione con il genere femminile non c'è crescita.

Loggato


-Per richieste di moderazione clicca QUI-

Barrett.51

  • SI-Moderator
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 120
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Ombellico di Venere
  • Posts: 1960

Re: TermYeditoriale: Il rimorchio come guerra?

« Risposta #2 del: 12 Marzo 2015, 18:37:15 »

Citato da: TermYnator il 12 Marzo 2015, 17:49:47

La guerra dei geni.
Che l'approccio sessuale sia una competizione è fuor di dubbio. A dispetto delle feministe (che spesso dovrebbero fare uno sforzino per non vilipendere l'intelligenza feminile) è infatti noto a tutti che la competizione sessuale si basa sull'esibizione di qualità evolutivamente vincenti (QEV) e che le donne istintivamente tendano a prediligere il migliore. A quel punto se ne innamorano e si concedono.
Basta riflettere un secondo per formulare un interessante teorema, profondo come quello dell'acqua calda:

la guerra per riprodurci, non la facciamo contro le donne, ma contro gli altri maschi.

Il gene competitor
Le donne sceglieranno il migliore, ma per diventare "il migliore" occorre imparare ad essere migliori dei competitor: questa è la seduzione costruttiva, la seduzione sana. Le vittime di questo miglioramento sono coloro che non hanno meriti e coloro che non accettano i propri limiti. Insomma, coloro che prima o poi in un contesto privo di buonismo e welfare, verrebbero mangiati dal leone di turno. Realizzato questo punto, e facendo 2 + 2 viene alla luce un secondo teorema fondamentale relativo alla seduzione:

Il nemico nel non superare il competitor non è il competitor, ma la tua inerzia nel non migliorare te stesso.

Pur avendo definito meglio il perimetro del "campo di battaglia", l' allegoria del rimorchio come guerra alla luce di quanto scrivi resta buona.

Loggato


"Il tuo è un gioco molto politico" - Athos
"Non hai letto il MM? Allora devi essere espulso dal gioco !" - Neo1987
"L' assaporatore ufficiale dell' AdM - TermYnator
"Non è il massimo?E che ti frega, se ti attizza vacci uguale! Piuttosto che niente, meglio piuttosto" - Athos
"Quando fai l' espressione giusta, sei quasi fico" - TermYnator
"Ty delaesh bisnes" - HB insegnante di russo
"Meglio una russa bona, che un' italiana cessa"  - TermYnator
"Sergente Hartman della Fregna" - Azimut, già Expeausition

Shark72

  • CSI-6
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = 285
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 3798
  • Fino alla Fine

Re: TermYeditoriale: Il rimorchio come guerra?

« Risposta #3 del: 12 Marzo 2015, 18:55:14 »

Citato da: Shark72 il 12 Marzo 2015, 18:37:15

Pur avendo definito meglio il perimetro del "campo di battaglia", l' allegoria del rimorchio come guerra alla luce di quanto scrivi resta buona.

Beh, non direi proprio.
E la differenza è abissale sia nei comportamenti sia nella filosofia che presuppone l'agire.

Se la seduzione fosse una guerra, allora si dovrebbero attuare azioni punitive, offensive e distruttive per vincere. Insomma, il tanto vituperato Neg sarebbe una carezza ed il sedurre sarebbe solo un atto di rabbia prevaricazione e sofferenza...

Se invece la seduzione è l'atto di trovare un alleato, allora si gioca per cercare rispetto, complicità affinità e piacere. Due mondi che sono agli antipodi.

« Ultima modifica: 12 Marzo 2015, 18:57:34 da TermYnator »

Loggato


- Vuoi informazioni sui miei corsi di seduzione? -
- Vuoi mandarmi un   messaggio? -
- Per richieste di moderazione clicca QUI -

TermYnator

  • Gran Maestro
  • Administrator
  • Guru della penna
  • *
  • Mi piace = 1607
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 54
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 9397

Re: TermYeditoriale: Il rimorchio come guerra?

« Risposta #4 del: 12 Marzo 2015, 19:27:04 »

Citato da: TermYnator il 12 Marzo 2015, 18:55:14

Beh, non direi proprio.
E la differenza è abissale sia nei comportamenti sia nella filosofia che presuppone l'agire.
Se la seduzione fosse una guerra, allora si dovrebbero attuare azioni punitive, offensive e distruttive per vincere. Insomma, il tanto vituperato Neg sarebbe una carezza ed il sedurre sarebbe solo un atto di rabbia prevaricazione e sofferenza...

Non guerra in quel senso lì (che poi esistono anche i crimini di guerra, nella guerra vera...), ma in senso di estrema determinazione nel lottare contro le proprie difficoltà e cercare di battere la concorrenza.

Loggato


"Il tuo è un gioco molto politico" - Athos
"Non hai letto il MM? Allora devi essere espulso dal gioco !" - Neo1987
"L' assaporatore ufficiale dell' AdM - TermYnator
"Non è il massimo?E che ti frega, se ti attizza vacci uguale! Piuttosto che niente, meglio piuttosto" - Athos
"Quando fai l' espressione giusta, sei quasi fico" - TermYnator
"Ty delaesh bisnes" - HB insegnante di russo
"Meglio una russa bona, che un' italiana cessa"  - TermYnator
"Sergente Hartman della Fregna" - Azimut, già Expeausition

Shark72

  • CSI-6
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = 285
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 3798
  • Fino alla Fine

Re: TermYeditoriale: Il rimorchio come guerra?

« Risposta #5 del: 12 Marzo 2015, 20:37:39 »

In riferimento a questo periodo della mia vita io trovo l'analogia seduzione\guerra calzante e cercherò di spiegarne il motivo.

Evitare di 'incarognirsi' e scaricar colpe verso l'universo femminile e\o i competitori maschi è la base che una persona degna di essere chiamata 'essere umano' deve avere. Fin qui non ci piove. Non è questo il fulcro della questione a mio avviso. E se qualcuno ha questo problema...che si dia una svegliata. Abbiamo capito che la battaglia è con noi stessi. Come in tutti gli ambiti della vita in effetti l'unico nemico che dobbiamo sconfiggere è in primis: noi stessi.

Ora: alcune persone hanno preso coscienza di questa cosa. Vuoi per virtù, per dote innata, vuoi per il caso, per l'ambiente in cui sono vissuti, persone conosciute, vuoi per perspicacia...sono riusciti a vincere questa battaglia con loro stessi molto presto. Forse nemmeno l'hanno vista questa battaglia. Hanno iniziato fin da piccoli a porsi più domande, ad aprirsi, forse ad essere più 'cattivi', hanno iniziato a chiedersi: cosa c'è che non va? Hanno iniziato fin da piccoli ad essere dominanti ed estroversi. Ovviamente c'è il risvolto della medaglia. Altri ragazzi fin da piccoli hanno vissuto le pene dell'inferno. Me compreso. La disparità tra queste due categorie bisogna viverla per rendersi conto di quanto mini l'autostima, il coraggio e la sicurezza di una persona. Un ragazzino con un'infanzia di merda dovrà combattere demoni che il 'figo' ha già superato da una vita. Il 'figo' avrà problemi che il represso nemmeno si sogna di contemplare. Si spiega perchè certi bambini problematici si infossano nella cattiveria diventando adulti veramente stronzi: hanno praticato la guerra cattiva.

Il poter definire la seduzione una guerra aiuta nella determinazione. Il punto è il 'come'. Come in tutti gli ambiti della vita un ragazzo con infanzia 'problematica'  può scegliere di praticare la guerra 'buona e quella 'cattiva'. Per chi affronta quella 'buona' la difficoltà nel cercare l'alleato e vedere il solo piacere è immensa. Chi non diventa cattivo sviluppa una gran sensibilità e sa che praticando questa strada causerà dolore nelle ragazze. Il tipo in questione si farà problemi che gli impediranno il cammino. Chi pratica la guerra buona si troverà ad affrontare situazioni che per lui sono causa di dolore e sofferenza perchè sarà lui a causarle inevitabilmente agli altri (lui vede dolore e sofferenza dove invece il 'figo' vede: il normale evolversi delle cose, di conseguenza il piacere e il cercare l'alleato).

Poter definire 'guerra' questa strada aiuta a 'normalizzarsi'. Si pratica prima la guerra per poter praticare il piacere...

Loggato




  • 'Yeah Darling go make it happen, Take the world in a love embrace, Fire all of your guns at once, And explode into space, Like a true nature’s child, We were born, born to be wild, We can climb so high, I never wanna die'
  • 'I don't want to be buried in a Pet Sematary,
    I don't want to live my life again'

some

  • Suggeritore
  • *
  • Mi piace = 16
  • Offline Offline
  • Posts: 206

Re: TermYeditoriale: Il rimorchio come guerra?

« Risposta #6 del: 12 Marzo 2015, 21:31:17 »

Chiariamo subito un punto: una donna sana di mente detesta un uomo che perde le staffe ed ancor più uno che è cattivo per scelta, nonostante alcune forme di "cattiveria" siano in realtà connesse all'autoconservazione e siano quindi da ritenersi attraenti.

Una donna attratta da un uomo stronzo è invece malata. Io ironicamente le chiamo RMP, il giorno che ci sarà una psicologia meno frustrata da minkiate politically correct ci sarà un nome scientifico anche per queste.

Ora, bisogna capire bene ciò che si vuole: prendere le donne come il nemico e dichiarargli guerra con trucchi, e sotterfugi perchè "l'importante è scopare".
Oppure applicare alla lettera il TM è dire "io attrarrò le donne per la mia bellezza e non ho quindi bisogno di trucchi". Il bruco contro la farfalla.

Nel primo caso, ovvero l'uomo belligerante, sarai considerato uno sfigato dalle donne sane di mente, mentre se sei comunque parzialmente figo (ad esempio bello) scoperai rutti e psycho di tutti i generi.
IMHO non è una soddisfazione, e la tua crescita di fatto non esiste.

Nel secondo caso invece, modelli te stesso e ti crei un punto d'arrivo che è capire chi sia il personaggio che meglio ti rappresenta, ovvero il tuo vero te stesso.
In questa ricerca le donne vengono attratte e ti guidano (tramite il loro consenso) nella direzione giusta.
Questa è una simbiosi finalizzata ad essere sempre migliore: non ci sono morti, non c'è traccia di combattimento ne guerra, ed è la via verso la perfezione in relazione a quanto hai ricevuto alla nascita.

Detto ciò, più hai sofferto, più dovresti aver coscienza che la sofferenza altrui è una gabbia.
A maggior ragione mi si rizzano i capelli in testa (  Laughing ) quando sento di gente che lamenta grandi sofferenze infantili e poi parla di trattar male gli altri o di agire fregando per raggirare gli altri.
E' un comportamento insensato che ha come unico obiettivo il blocco della propria crescita.
Perchè un comportamento di merda allontanerà le persone di valore, e ti terrà accanto solo persone che non valgono nulla o che non hanno più nulla da perdere. Persone quindi che non possono darti più nulla...

« Ultima modifica: 12 Marzo 2015, 21:33:48 da TermYnator »

Loggato


- Vuoi informazioni sui miei corsi di seduzione? -
- Vuoi mandarmi un   messaggio? -
- Per richieste di moderazione clicca QUI -

TermYnator

  • Gran Maestro
  • Administrator
  • Guru della penna
  • *
  • Mi piace = 1607
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 54
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 9397

Re: TermYeditoriale: Il rimorchio come guerra?

« Risposta #7 del: 12 Marzo 2015, 21:50:31 »

Citato da: TermYnator il 12 Marzo 2015, 21:31:17

Perchè un comportamento di merda allontanerà le persone di valore, e ti terrà accanto solo persone che non valgono nulla o che non hanno più nulla da perdere. Persone quindi che non possono darti più nulla...

Questo infatti è il motivo per cui la mia pratica mi insegna che chi si picca con le RMP ne esce demolito e più sfigato di prima  Exclamation

In pratica frequentare donne di valore per crescere...

Loggato


-Per richieste di moderazione clicca QUI-

Barrett.51

  • SI-Moderator
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 120
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Ombellico di Venere
  • Posts: 1960

Re: TermYeditoriale: Il rimorchio come guerra?

« Risposta #8 del: 12 Marzo 2015, 22:06:29 »

Citato da: Armwrestle il 12 Marzo 2015, 21:50:31

Questo infatti è il motivo per cui la mia pratica mi insegna che chi si picca con le RMP ne esce demolito e più sfigato di prima  Exclamation

Demolito e sfigato se non riesce, se riesce a rimorchiarle ne esce stronzo Rolling Eyes ma alla lunga non ti porta molto lontano Exclamation

Citato da: Armwrestle il 12 Marzo 2015, 21:50:31

In pratica frequentare donne di valore per crescere...

quoto.

Loggato

Tuco

  • Visitatore

Re: TermYeditoriale: Il rimorchio come guerra?

« Risposta #9 del: 12 Marzo 2015, 22:30:33 »

Citato da: TermYnator il 12 Marzo 2015, 21:31:17

In questa ricerca le donne vengono attratte e ti guidano (tramite il loro consenso) nella direzione giusta.
Questa è una simbiosi finalizzata ad essere sempre migliore: non ci sono morti, non c'è traccia di combattimento ne guerra, ed è la via verso la perfezione in relazione a quanto hai ricevuto alla nascita.

Puoi spiegarla in modo più approfondito? Nonostante l'onestà, la limpidezza dei comportamenti e del modo di fare...le 'morti' le vedo...

Loggato




  • 'Yeah Darling go make it happen, Take the world in a love embrace, Fire all of your guns at once, And explode into space, Like a true nature’s child, We were born, born to be wild, We can climb so high, I never wanna die'
  • 'I don't want to be buried in a Pet Sematary,
    I don't want to live my life again'

some

  • Suggeritore
  • *
  • Mi piace = 16
  • Offline Offline
  • Posts: 206

Re: TermYeditoriale: Il rimorchio come guerra?

« Risposta #10 del: 12 Marzo 2015, 22:34:18 »

E' proprio frequentare donne di valore infatti che fa crescere ma inevitabilmente provoca dolore alla rottura del rapporto...i morti...

Loggato




  • 'Yeah Darling go make it happen, Take the world in a love embrace, Fire all of your guns at once, And explode into space, Like a true nature’s child, We were born, born to be wild, We can climb so high, I never wanna die'
  • 'I don't want to be buried in a Pet Sematary,
    I don't want to live my life again'

some

  • Suggeritore
  • *
  • Mi piace = 16
  • Offline Offline
  • Posts: 206

Re: TermYeditoriale: Il rimorchio come guerra?

« Risposta #11 del: 12 Marzo 2015, 22:58:41 »

Citato da: some il 12 Marzo 2015, 22:30:33

Puoi spiegarla in modo più approfondito? Nonostante l'onestà, la limpidezza dei comportamenti e del modo di fare...le 'morti' le vedo...

Le morti le vedi solo se i patti non sono chiari. Vai da una donna di valore con la sola intenzione di farci una notte di sesso? Beh, fagli capire le tue intenzioni allora invece di tirare per le lunghe perchè non hai le palle di dire quello che pensi.
Vai da una strappona perchè ha un gran culo e ti vuoi divertire con lei? Idem, ma non stare li a convincerla che con te troverà chissà cosa sapendo perfettamente che non la cercherai più. Perchè potrebbe legittimamente cercarti lei con delle aspettative derivanti dalle tue promesse.

Insomma, un seduttore è un Vero Uomo e cerca la complicità di Vere Donne. Sia esso per la vita che per una notte.
Un 'Omm e'mierd invece si butta su donne che hanno uj valore molto inferiore al suo, promette e poi sparisce dopo aver generato illusioni per abbassare le legittime difese di una donna.

Loggato


- Vuoi informazioni sui miei corsi di seduzione? -
- Vuoi mandarmi un   messaggio? -
- Per richieste di moderazione clicca QUI -

TermYnator

  • Gran Maestro
  • Administrator
  • Guru della penna
  • *
  • Mi piace = 1607
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 54
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 9397

Re: TermYeditoriale: Il rimorchio come guerra?

« Risposta #12 del: 13 Marzo 2015, 11:05:16 »

Citato da: TermYnator il 12 Marzo 2015, 21:31:17

Ora, bisogna capire bene ciò che si vuole: prendere le donne come il nemico e dichiarargli guerra con trucchi, e sotterfugi perchè "l'importante è scopare".
Oppure applicare alla lettera il TM è dire "io attrarrò le donne per la mia bellezza e non ho quindi bisogno di trucchi". Il bruco contro la farfalla.

Nel primo caso, ovvero l'uomo belligerante, sarai considerato uno sfigato dalle donne sane di mente, mentre se sei comunque parzialmente figo (ad esempio bello) scoperai rutti e psycho di tutti i generi.
IMHO non è una soddisfazione, e la tua crescita di fatto non esiste.

Gradirei un approfondimento su questo punto, alla luce di un' osservazione : il TM prescrive, nella fase iniziale del percorso che deve condurrre il praticante dal MdP al VU, un periodo più o meno lungo di facchinaggio. Ebbene, secondo me, in questa fase non si può stare a badare troppo al sottile : bisogna farsi le ossa, fare volume, quantità, "ciccia". Cioè, quando ti sei trombato 10-20-30 donne, comunque siano e comunque tu abbia fatto, allora puoi ragionare in questi termini, perchè puoi dire "ok, adesso ho la necessaria confidenza con il genere femminile e quindi posso ragionare in termini di obiettivi più ambiziosi e nobili". Ma all' inizio, se ci scappano dei "morti" (che poi, in fin dei conti, cosa vuoi che sia se qualcuna si dà pena per essere venute meno certe sue eventuali aspettative), va visto come un "danno collaterale" di ordinaria amministrazione.

Insomma, il rischio da me paventato è che il praticante per farsi troppi scrupoli (con questa non posso perchè non è "di valore", con questa non posso perchè è RMP, con quest' altra non posso perchè potrebbe crearsi aspettative, ecc.), a quella "massa critica" necessaria per avere quella pratica e confidenza con l' universo femminile, non ci arrivi mai. E magari, vedere gente che dopo 1 - 2 storie, si sente "arrivata", quando in realtà è non lontana, ma al polo nord, dall' essere non dico un seduttore perchè è una parola grossa, ma semplicemente "uno che rimorchia".

Per cui, non contesto minimamente le tue affermazioni nel merito, ma mi limito a porre questo dubbio di prassi a livello pratico. In altre parole, ti invito ad esaminare il fenomeno non dal tuo osservatorio, ma sotto l' ottica di uno che muove i primi passi, e parte da una situazione di notevole difficoltà. 

S.

Detto in altre

Loggato


"Il tuo è un gioco molto politico" - Athos
"Non hai letto il MM? Allora devi essere espulso dal gioco !" - Neo1987
"L' assaporatore ufficiale dell' AdM - TermYnator
"Non è il massimo?E che ti frega, se ti attizza vacci uguale! Piuttosto che niente, meglio piuttosto" - Athos
"Quando fai l' espressione giusta, sei quasi fico" - TermYnator
"Ty delaesh bisnes" - HB insegnante di russo
"Meglio una russa bona, che un' italiana cessa"  - TermYnator
"Sergente Hartman della Fregna" - Azimut, già Expeausition

Shark72

  • CSI-6
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = 285
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 3798
  • Fino alla Fine

Re: TermYeditoriale: Il rimorchio come guerra?

« Risposta #13 del: 13 Marzo 2015, 11:17:02 »

Citato da: TermYnator il 12 Marzo 2015, 22:58:41

Le morti le vedi solo se i patti non sono chiari. Vai da una donna di valore con la sola intenzione di farci una notte di sesso? Beh, fagli capire le tue intenzioni allora invece di tirare per le lunghe perchè non hai le palle di dire quello che pensi.
Vai da una strappona perchè ha un gran culo e ti vuoi divertire con lei? Idem, ma non stare li a convincerla che con te troverà chissà cosa sapendo perfettamente che non la cercherai più. Perchè potrebbe legittimamente cercarti lei con delle aspettative derivanti dalle tue promesse.

Insomma, un seduttore è un Vero Uomo e cerca la complicità di Vere Donne. Sia esso per la vita che per una notte.
Un 'Omm e'mierd invece si butta su donne che hanno uj valore molto inferiore al suo, promette e poi sparisce dopo aver generato illusioni per abbassare le legittime difese di una donna.

Il ragionamento fila liscio, ma secondo me presenta un elemento di criticità : se una donna decide di darla a un uomo è perchè si sente attratta da lui, non perchè lui "la convince" (di essere serio, fedele, di non voler solo una sveltina, ecc.).
Sedurre una donna è innescare i suoi istinti sessuali, non "convincerla". Non ho mai visto nessuno rimorchiare qualcuna, di valore o strappona che fosse, sbandierando buone qualità e/o buoni propositi. Il TM spiega bene che in assenza di un livello minimo di Qualità Evolutivamente Vincenti (o Fondamentali, in ottica "pane&salame"), un uomo non rimorchia nemmeno le più cesse della terra. E a queste lacune non si può sopperire "convincendo", altrimenti basterebbe fare un corso per venditori di pentole (poco diversi dai metodi "made in usa" che noi giustamente detestiamo) e avremmo risolto tutti i problemi, non trovi?

Per dirla diversamente, la donna (eccetto il caso di soggetti con disabilità psichica) è un essere umano dotato di intelletto come noi, non è una minorata, un' incapace, che si fa abbindolare dal "marpione comune" di turno, per cui, in un' ottica del tutto paritaria nel confronto con il genere maschile, se decide di darla ad un maschio, si prende vantaggi (il piacere) e i rischi (possibile abbandono). Perchè il "darla" viene dal soddisfacimento di un suo istinto primario. Se invece viene da un bieco calcolo di convenienza, in caso di mancato soddisfacimento delle sua aspettative, ben le sta. Provo orrore, raccapriccio, ribrezzo di fronte al fatto che una donna possa decidere di darla o meno di fronte alla prospettiva o meno di una relazione stabile, perchè si tratterebbe di un mercanteggio, quasi di una malcelata forma di meretricio.

Loggato


"Il tuo è un gioco molto politico" - Athos
"Non hai letto il MM? Allora devi essere espulso dal gioco !" - Neo1987
"L' assaporatore ufficiale dell' AdM - TermYnator
"Non è il massimo?E che ti frega, se ti attizza vacci uguale! Piuttosto che niente, meglio piuttosto" - Athos
"Quando fai l' espressione giusta, sei quasi fico" - TermYnator
"Ty delaesh bisnes" - HB insegnante di russo
"Meglio una russa bona, che un' italiana cessa"  - TermYnator
"Sergente Hartman della Fregna" - Azimut, già Expeausition

Shark72

  • CSI-6
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = 285
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 3798
  • Fino alla Fine

Re: TermYeditoriale: Il rimorchio come guerra?

« Risposta #14 del: 13 Marzo 2015, 20:00:30 »

Citato da: Shark72 il 13 Marzo 2015, 11:05:16

Gradirei un approfondimento su questo punto, alla luce di un' osservazione : il TM prescrive, nella fase iniziale del percorso che deve condurrre il praticante dal MdP al VU, un periodo più o meno lungo di facchinaggio. Ebbene, secondo me, in questa fase non si può stare a badare troppo al sottile : bisogna farsi le ossa, fare volume, quantità, "ciccia". Cioè, quando ti sei trombato 10-20-30 donne, comunque siano e comunque tu abbia fatto, allora puoi ragionare in questi termini, perchè puoi dire "ok, adesso ho la necessaria confidenza con il genere femminile e quindi posso ragionare in termini di obiettivi più ambiziosi e nobili".

No Shark, questa è una interpretazione del mio pensiero ma non è il mio pensiero.
La transizione da MdP a VU prevede effettivamente un periodo di facchinaggio che normalmente termina  avendo sedotto una cinquantina di donne. Ma non ho mai scritto "comunque siano e comunque tu abbia fatto". Comunque siano e comunque tu abbia fatto è un concetto che non implica la seduzione, ma solo uno dei possibili risultati finali di un atto seduttivo: il sesso.
Se avessi detto una fesseria del genere, per coerenza invece di vessare gli allievi con esercizi di retorica e dialettica gli avrei detto: "Pagatevi 50 zoccole e diventerete dei veri uomini"

A dimostrazione ulteriore di questo, c'è il mio noto "filtro anti zoccola", ovvero quella sorta di istintiva avversione che ho nei confronti di quelle donne che definisco "strappone", e che sono invece il pane quotidiano di chi si limita a far tacche rinunciando a crescere.

Citato da: Shark72 il 13 Marzo 2015, 11:17:02

Il ragionamento fila liscio, ma secondo me presenta un elemento di criticità : se una donna decide di darla a un uomo è perchè si sente attratta da lui, non perchè lui "la convince" (di essere serio, fedele, di non voler solo una sveltina, ecc.).

Vero per persone che hanno tutto da guadagnare, ma non per persone che la vita in qualche modo ha frustato.
Vogliamo dire che una giovane donna con figli a carico abbia lo stesso parametro di selezione di una single?
Vogliamo dire che questa ragazza con figlio a carico sia più preoccupata di come mantenersi di una donna che lavora e sperpera come e quando gli pare?
Solo questo semplice esempio (potrei farne a decine) esplica chiaramente che in molte situazioni, il lasciar credere che si voglia una storia farà propendere la ragazza al lasciarsi andare. Cosa che non avrebbe probabilmente fatto se si fosse stati onesti. Questo modo di fare "brutto e cattivo" è però anche il ragionare in termini bellici in un rimorchio: la donna è un oggetto da possedere, quindi "a la guerre comme a la guerre" (insomma, tutto vale purchè si trombi). Ed è quello che personalmente aborro.

« Ultima modifica: 13 Marzo 2015, 20:08:27 da TermYnator »

Loggato


- Vuoi informazioni sui miei corsi di seduzione? -
- Vuoi mandarmi un   messaggio? -
- Per richieste di moderazione clicca QUI -

TermYnator

  • Gran Maestro
  • Administrator
  • Guru della penna
  • *
  • Mi piace = 1607
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 54
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 9397
Pagine: [1] 2 3 4   Vai Su
« precedente | successivo »
Salta a: