Nello scorso post ( http://seduzioneitaliana....noscere-lansia/msg132980/ ) ho descritto cosa è l’ansia e vi ho promesso dei consigli su come gestirla al meglio.
La prima cosa che mi preme sottolineare è che questi consigli potranno essere utili solo per un’ansia potremmo dire fisiologica, normale, non patologica, quindi non pervasiva ma limitata a eventi e situazioni specifiche. In caso contrario è necessario affidarsi all’aiuto esterno e qualificato di uno psicologo o psicoterapeuta.
Iniziamo con i consigli

1_ COMPREDERE

“Se conosci il nemico e te stesso, la tua vittoria è sicura. Se conosci te stesso ma non il nemico, le tue probabilità di vincere e perdere sono uguali. Se non conosci il nemico e nemmeno te stesso, soccomberai in ogni battaglia.” (Sun Tsu)

Questo vale anche in questo ambito. E’ necessaria, anzi fondamentale la conoscenza.
- è fondamentale capire cosa sia l’ansia, a cosa serva e perché la proviamo. Per questo vi invito a rileggere il post precedente e a pormi tutte le domande necessarie.
- è necessario che vi concentriate per evidenziare quali siano le situazioni in cui non riuscite a gestire l’ansia. Richiamate tutti i dettagli. Come vi sentite? Cosa provate? Cosa succede al vostro corpo? Cosa pensate? Cosa fanno gli altri? Provate a rispondere a queste domande.
- ricordate sempre che il problema non è che voi provate ansia in una situazione, ma la vostra reazione all’ansia è il problema. Spesso si ha ansia che possa venirci l’ansia. La nostra reazione, per esempio, potrebbe essere di avere le gambe pietrificate o la mente vuota, ed è questo che vogliamo cambiare, mentirei se vi dicessi di avere il trucco per far sparire l’asia.

[è possibile che già il sapere cosa accede e perché accade e che tutto ciò è normale che accada possa farmi sentire meglio e meno ansiosi, non per tutti è così, passiamo quindi al prossimo passo]

2_ PROGETTARE

- suddividete il problema in passi, sotto-obiettivi, che vi generano via via più ansia. Esempio: se il mio problema è iniziare a parlare con delle persone sconosciute potrei suddividere il problema in passi sempre più ansiogeni: avvicinarmi, pensare a cosa dire,  sorridere, parlargli.
- NON  gettatevi ad affrontare la situazione senza prepararvi, per prepararci useremo soltanto la nostra immaginazione

3_ IMMAGINARE

Con l'immaginazione possiamo uscire dal circolo vizioso che ci porta a non affrontare le situazioni, impedendoci così di smentirne l'eventuale pericolosità
- ripeto, NON  gettatevi ad affrontare la situazione senza prepararvi
- rilassatevi il più possibile usando qualsiasi tecnica, ma concentratevi sulle reazioni del vostro corpo.
- immaginatevi il primo passo della situazione, fate attenzione ai segnali del vostro corpo e continuate a rilassarvi. Respirate profondamente e procedete con il passo successivo.
- se l’ansia dovesse presentarsi voi continuate a immaginare la situazione e a respirare profondamente. Tentate di rilassarvi finché non sentirete l’ansia calare. In questo modo anche il vostro corpo vi dirà che non è necessario essere preoccupati.
- tentate più volte immaginando finchè non vi sentirete pronti per sperimentarlo dal vivo.
-nel procedere dal vivo non dimenticatevi di respirare profondamente. Può essere utile individuare una frase che riesca a calmarvi o a ricordarvi i vostri successi da ripetervi in mente nel caso l’ansia si faccia troppo forte.
- NON procedete dal vivo se non vi sentite più che sicuri, quindi dopo molte sperimentazioni nella vostra mente

Ovviamente avrete intuito che questi passaggi richiedono del tempo e degli sforzi, più o meno intensi a seconda del grado di difficoltà di gestione. Non esiste la formula magica, ma è necessario impegnarsi un po’ per avere dei miglioramenti in qualsiasi ambito voi desideriate, anche quello della seduzione