Per rispondere alle discussioni e partecipare al forum ACCEDI oppure ISCRIVITI !

l'evento che cambierà
 il tuo modo di vedere la seduzione.

La fabbrica del Fascino

« precedente | successivo »
Pagine: [1] 2 3   Vai Giù
0 Utenti e 1 Visitatore stanno guardando questo topic.
Autore Topic:

Le ragazze/donne italiane

(Letto 568 volte)

Le ragazze/donne italiane

« del: 11 Agosto 2017, 17:56:56 »

Ciao ragazzi! in questi giorni che scorrono verso la fine dell'estate, ma ancora ben lunghi, mi capita molto spesso di parlare con un sacco di persone. Almeno la metà sono uomini e sia con i conoscenti che con gli sconosciuti si casca sempre sull'argomento "donne".
Ho, tristemente notato, che molti di loro, chi più chi meno, provano una certa insoddisfazione verso le donne italiane; tale insoddisfazione generalmente è legata all'aver un'enorme difficoltà a relazionarsi con loro, ma anche chi ha rapporti stabili, continua sempre a lamentare ciò...
Dal canto mio posso dire questo, sebbene non mi ritenga un artista della seduzione (se ne volete sapere di più sul significato, questo è il topic: http://seduzioneitaliana....ella-seduzione/msg134578/), devo dire che non ho trovato tutti questi grossi problemi; certo ci sono sicuramente delle differenze con le ragazze di culture diverse, ma non vedo solo problemi.
Perciò vorrei con voi discutere sul motivo per cui l'italiano medio, almeno quello della mia zona, continui ad avere questa sorta di frustrazione verso la donna italiana (non la donna in generale) ma soprattutto da cosa dipenda essa. E non parlo della mancanza di una compagna, ma quali potrebbero essere i motivi delle carenze di uomini apparentemente normali, che non riescono a trovare una compagna...

« Ultima modifica: 11 Agosto 2017, 18:00:49 da Snake »

Loggato


"The world is full of Kings and Queens
Who blind your eyes and steal your dreams
It's Heaven and Hell, oh well"

Snake

  • CSI-6
  • Suggeritore
  • *
  • Mi piace = 26
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Veneto
  • Posts: 245

Re: Le ragazze/donne italiane

« Risposta #1 del: 12 Agosto 2017, 00:30:00 »

Citato da: Snake il 11 Agosto 2017, 17:56:56

...Perciò vorrei con voi discutere sul motivo per cui l'italiano medio, almeno quello della mia zona, continui ad avere questa sorta di frustrazione verso la donna italiana (non la donna in generale) ma soprattutto da cosa dipenda essa.

Recentemente vedevo una trasmissione televisiva con il fenomeno del momento: Antonino Cannavacciuolo.
Egli intervistava il proprietario di un ristorante milanese, emigrato da Napoli 40/50 anni fa.
La moglie del napoletano era inglese, così il bun Antonino ha chiesto come mai un Napoletano doc fosse sposato con una austera inglese e come si fossero conosciuti.
Il napoletano raccontò che ai suoi tempi era impossibile andare con le italiane: non la davano. Le inglesi invece la davano spesso e volentieri. Così, il napoletano sveglio si buttava sulla straniera. Tale racconto collima perfettamente con i miei ricordi: a 15/16 anni, con pantaloni alla Yuppi du, catenoni e lambrettone, il romano sveglio una quindicina di giorni prima di pasqua apriva la caccia alla stranger invece di perder tempo al Piper...
Le italiane di allora erano infatti doppiamente condizionate nella loro scelta: da una parte l'istinto da FRM mai represso che le portava a cercare un super maschio, dall'altra la società che puntava il dito molto facilmente sulle donne che avevano relazioni occasionali. Le donne di allora volevano un provider figo disposto a fidanzarsi e poi sposarsi.
40 anni dopo le pressioni si sono evolute. Il feminismo e la guerra a tutto cio che è maschio, ha portato le femine  straniere a comportarsi come maschi (salvo poi essere disposte a tutto pur di tenersi i Veri uomini quando li incontrano), diventando cacciatrici. Le italiane invece pretendono maschi veri che si comportino come zerbini, e che alla fine non gli piacciono più...  In sintesi, l'italiana media è diventata incontentabile e piena di concetti assurdi mentre le straniere la tirano al ribasso su Tinder.
Va da se che chi non ama farsi troppi problemi o non abbia troppe risorse, decreti che le italiane siano infrequentabili...

 Heart

« Ultima modifica: 12 Agosto 2017, 00:33:36 da TermYnator »

Loggato


- Vuoi informazioni sui miei corsi di seduzione? -
- Vuoi mandarmi un   messaggio? -
- Per richieste di moderazione clicca QUI -

TermYnator

  • Gran Maestro
  • Administrator
  • Guru della penna
  • *
  • Mi piace = 1622
  • Online Online
  • Sesso: Maschile
  • Età: 55
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 9526

Re: Le ragazze/donne italiane

« Risposta #2 del: 13 Agosto 2017, 14:50:01 »

Citato da: TermYnator il 12 Agosto 2017, 00:30:00

Recentemente vedevo una trasmissione televisiva con il fenomeno del momento: Antonino Cannavacciuolo.
Egli intervistava il proprietario di un ristorante milanese, emigrato da Napoli 40/50 anni fa.
La moglie del napoletano era inglese, così il bun Antonino ha chiesto come mai un Napoletano doc fosse sposato con una austera inglese e come si fossero conosciuti.
Il napoletano raccontò che ai suoi tempi era impossibile andare con le italiane: non la davano. Le inglesi invece la davano spesso e volentieri. Così, il napoletano sveglio si buttava sulla straniera. Tale racconto collima perfettamente con i miei ricordi: a 15/16 anni, con pantaloni alla Yuppi du, catenoni e lambrettone, il romano sveglio una quindicina di giorni prima di pasqua apriva la caccia alla stranger invece di perder tempo al Piper...
Le italiane di allora erano infatti doppiamente condizionate nella loro scelta: da una parte l'istinto da FRM mai represso che le portava a cercare un super maschio, dall'altra la società che puntava il dito molto facilmente sulle donne che avevano relazioni occasionali. Le donne di allora volevano un provider figo disposto a fidanzarsi e poi sposarsi.
40 anni dopo le pressioni si sono evolute. Il feminismo e la guerra a tutto cio che è maschio, ha portato le femine  straniere a comportarsi come maschi (salvo poi essere disposte a tutto pur di tenersi i Veri uomini quando li incontrano), diventando cacciatrici. Le italiane invece pretendono maschi veri che si comportino come zerbini, e che alla fine non gli piacciono più...  In sintesi, l'italiana media è diventata incontentabile e piena di concetti assurdi mentre le straniere la tirano al ribasso su Tinder.
Va da se che chi non ama farsi troppi problemi o non abbia troppe risorse, decreti che le italiane siano infrequentabili...

 Heart

"Incontentabili" in che senso?
In ogni caso non sono un grande ammiratore delle straniere, che - soprattutto se del nord Europa - sono parecchio "distaccate".

El mudo

Loggato

El mudo

  • Scriba
  • *
  • Mi piace = 6
  • Offline Offline
  • Posts: 131

Re: Le ragazze/donne italiane

« Risposta #3 del: 13 Agosto 2017, 15:28:02 »

Citato da: El mudo il 13 Agosto 2017, 14:50:01

"Incontentabili" in che senso?

Citato da: TermYnator il 12 Agosto 2017, 00:30:00

...Le italiane invece pretendono maschi veri che si comportino come zerbini, e che alla fine non gli piacciono più... 

Citazione

In ogni caso non sono un grande ammiratore delle straniere, che - soprattutto se del nord Europa - sono parecchio "distaccate".

Pensa che io invece tendo a dissuadere i miei allievi dal rimorchiare straniere: moglie e buoi dei paesi tuoi... Basta fare del buon TM e le donne si comportano da donne, indipendentemente da dove vengono...

 Heart

Loggato


- Vuoi informazioni sui miei corsi di seduzione? -
- Vuoi mandarmi un   messaggio? -
- Per richieste di moderazione clicca QUI -

TermYnator

  • Gran Maestro
  • Administrator
  • Guru della penna
  • *
  • Mi piace = 1622
  • Online Online
  • Sesso: Maschile
  • Età: 55
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 9526

Re: Le ragazze/donne italiane

« Risposta #4 del: 16 Agosto 2017, 11:47:22 »

Citato da: TermYnator il 13 Agosto 2017, 15:28:02

Pensa che io invece tendo a dissuadere i miei allievi dal rimorchiare straniere: moglie e buoi dei paesi tuoi... Basta fare del buon TM e le donne si comportano da donne, indipendentemente da dove vengono...

 Heart

Non nego che avessi trovato la tua risposta in "contrasto" con gli insegnamenti, nel senso che mi sono trovato spiazzato.
Poi rileggendo il tutto, ho capito meglio e le idee si sono schiarite. Una cosa però vorrei dire, correggimi se sbaglio: Dal cuoco Napoletano ne esce che ha scelto l'inglese perché ben più disponibile a stare con lui di una ragazza italiana (disponibile nel senso buono del termine, non facile),e che evidentemente si era rotto di continuare con le conterranee. L'idea che mi sono fatto è, vedendo le persone che conosco, che per quanto ci provino/si lamentino, comunque continuano a fare le stesse cose e questo gli porta agli stessi risultati, quindi mi fa pensare che ricadano sulla straniera perché maggiormente attratta dal loro modo di fare (che poi dipende quale straniera, perché molte che abitano in Italia, hanno già una visione diversa della turista).

Loggato


"The world is full of Kings and Queens
Who blind your eyes and steal your dreams
It's Heaven and Hell, oh well"

Snake

  • CSI-6
  • Suggeritore
  • *
  • Mi piace = 26
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Veneto
  • Posts: 245

Re: Le ragazze/donne italiane

« Risposta #5 del: 16 Agosto 2017, 12:58:50 »

Citato da: Snake il 11 Agosto 2017, 17:56:56

CUT
Ho, tristemente notato, che molti di loro, chi più chi meno, provano una certa insoddisfazione verso le donne italiane; tale insoddisfazione generalmente è legata all'aver un'enorme difficoltà a relazionarsi con loro, ma anche chi ha rapporti stabili, continua sempre a lamentare ciò...
CUT
Perciò vorrei con voi discutere sul motivo per cui l'italiano medio, almeno quello della mia zona, continui ad avere questa sorta di frustrazione verso la donna italiana (non la donna in generale) ma soprattutto da cosa dipenda essa. E non parlo della mancanza di una compagna, ma quali potrebbero essere i motivi delle carenze di uomini apparentemente normali, che non riescono a trovare una compagna...

La tua domanda me la sono posta più volte...
Penso che Termy si avvicini abbastanza alla verità, le femmine grazie al femminismo, non sanno nemmeno più loro cosa vogliono o "devono volere", creature schizofreniche che, in un eterno tira e molla, sembrano fare a gara a chi ha più maschietti rimbalzati a serata.
Vanno in discoteca che luccicano più di un lampadario, gonne che a malapena coprono le mutande, tette in mostra, poi si lamentano che ci provano tutti e non le lasciano stare... (risposta standard)
Se gli fai notare che le troie nei viali sono meno vistose, ti dicono che loro vogliono piacere a se stesse (risposta standard) e che hanno il diritto di vestirsi come vogliono senza che gli si sbavi dietro (risposta standard).
In pratica queste sceme, si lamentano dei risultati derivati dai loro comportamenti, pretendono di vestirsi come zoccole e non essere notate, almeno andassero in locali per froci....
Nel padovano poi, la percentuale di maschi rimbalzati è altissima, li è davvero difficile trovare appiglio, tant'è che ho concluso con l'Emiliana, con un gioco che spessissimo le padovane sganciano subito.
Un mio amico natural, definisce la cosa "psicologia del branco di fighe", cioè una forma mentis distinguibile tra zone e zone, nel veneziano per dire, mi sono trovato pure peggio, più volte mi hanno allontanato per mere questioni estetiche.
Per capirci di più ho provato ad andare anche con Esty, nulla, rimbalzati entrambi, manco fossimo appestati...
e qui dovrebbe rispondere il buon snake, che conosce la zona...

EDIT:
comunque mi pare strano, che sia solo colpa del femminismo, Termy, non starai semplificandola un po?

DONNE DEL FORUM, che dite voi?

« Ultima modifica: 16 Agosto 2017, 13:01:11 da Micione »

Loggato


per la forza di volontà che ci metti nel superarti sempre©beeblebrox
Sono convinto che ce la farai©^X^
Bello come descrivi il sesso, dovrebbe essere sempre così©Acqua
Sei una splendida persona, dentro, fuori e ricoperto@Amica
Ottimo osservatore@Termynetor
Si vede che stai diventando forte. Continua così e tra poco ce l' avrai fatta@Shark
mi piaci, uno che dice le cose dirette come stanno, fanculo il politically correct @Kleos
Sfigatto è uno che ci prova incessamente a differenza di moltissimi altri @ SunBeam

Micione

  • SI-Reliable User
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 118
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 43
  • Residenza: Terra di mezzo
  • Posts: 2287
  • In hoc signo vinces (§)

Re: Le ragazze/donne italiane

« Risposta #6 del: 16 Agosto 2017, 13:20:29 »

Citato da: Snake il 16 Agosto 2017, 11:47:22

Non nego che avessi trovato la tua risposta in "contrasto" con gli insegnamenti, nel senso che mi sono trovato spiazzato.
Poi rileggendo il tutto, ho capito meglio e le idee si sono schiarite. Una cosa però vorrei dire, correggimi se sbaglio: Dal cuoco Napoletano ne esce che ha scelto l'inglese perché ben più disponibile a stare con lui di una ragazza italiana (disponibile nel senso buono del termine, non facile),e che evidentemente si era rotto di continuare con le conterranee.

Il senso dell'aneddoto del napoletano è questo:
il napoletano voleva far sesso, ma le italiane non ci stavano. Quindi, come la maggior parte dei maschi italici che volevano far sesso con una certa velocità, ripiegava su donne statisticamente più facili: le straniere. Nell'immaginario collettivo maschile la straniera era quella facile e quindi da evitare per relazioni serie, l'italiana quella difficile e quindi da prediligere come moglie per i propri figli.
Nel suo percorso il napoletano ha trovato però una inglese seria al pari delle sue conterranee, che lo ha soddisfatto in tutto e si è sposato.

La morale non è quindi "andate con le straniere"  Wink

 Heart

Loggato


- Vuoi informazioni sui miei corsi di seduzione? -
- Vuoi mandarmi un   messaggio? -
- Per richieste di moderazione clicca QUI -

TermYnator

  • Gran Maestro
  • Administrator
  • Guru della penna
  • *
  • Mi piace = 1622
  • Online Online
  • Sesso: Maschile
  • Età: 55
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 9526

Re: Le ragazze/donne italiane

« Risposta #7 del: 16 Agosto 2017, 13:40:42 »

Citato da: Micione il 16 Agosto 2017, 12:58:50

Vanno in discoteca che luccicano più di un lampadario, gonne che a malapena coprono le mutande, tette in mostra, poi si lamentano che ci provano tutti e non le lasciano stare... (risposta standard)
Se gli fai notare che le troie nei viali sono meno vistose, ti dicono che loro vogliono piacere a se stesse (risposta standard) e che hanno il diritto di vestirsi come vogliono senza che gli si sbavi dietro (risposta standard).
In pratica queste sceme, si lamentano dei risultati derivati dai loro comportamenti, pretendono di vestirsi come zoccole e non essere notate, almeno andassero in locali per froci....
...
comunque mi pare strano, che sia solo colpa del femminismo, Termy, non starai semplificandola un po?

Probabilmente non eri ancora nato quando per le vie delle maggiori città d'Italia sfilavano cortei di donne che urlavano "io sono mia". O anche "Col dito, col dito, orgasmo garantito!". Questa è la radice del comportamento che riporti.
Il femminismo militante non ha solo richiesto parità di diritti per le donne. HA scatenato una vera e propria battaglia nella quale una parte (maggioritaria della popolazione) ha attuato una serie di pressioni che hanno portato ad una parità forzata, che nell'attuale coscienza collettiva comporta due aberrazioni molto forti:
1) La sessualità maschile viene reputata come eguale a quella feminile, ma viene giudicata in base al parametro del desiderio feminile. In sintesi, se desideri il 30% delle donne che ti passano a fianco sei un malato (la condizione di un normale utente del forum, per inbtenderci). L'effetto è che il nostro desiderio e la naturale pulsione a riprodursi statisticamente, sono ignorate a livello di realtà biologica e relegate a perversioni. Se quindi una ti passeggia 5 kili di culo da sotto una gonna che sembra una cinta e tu la guardi ( che non sei tu che la guardi ma l'occhio che ci va da solo) sei un maniaco sessuale ed un potenziale stupratore. Ovvero una condizione mentale negativa. Se quindi parte l'inevitabile "Ammazza che ber culo", la portatrice di culo si riterrà in diritto di arrabbiarsi perchè il malato deve stare nel suo senza importunarla. Si sono quindi rovesciati i ruoli: prima in quel modo si vestivano le zoccole, sapendo perfettamente che quel look attira i clienti come il miele le mosche. Ora invece le signorine si vestono da zoccole per competere con le coetanee, e guai a dirgli qualcosa per i motivi citati. Evito di parlare della deriva sessuale negli adolescenti derivata da questa pseudoparità e dai tremendi problemi che ha generato sia nell'intraprendenza maschile sia nella mentalità feminile: questa politica dell'orgasmo per forza ha fatto milioni di vittime in tutte quelle donne che non riuscendo ad avere orgasmi durante il coito si sono sentite delle diverse, delle persone in qualche modo sbagliate che non potevano soddisfare se stesse ed il partner.

2) IL secondo punto di aberrazione è stato il voler livellare le prestazioni su un unioco livello di fatto inesistente. Da questa impostazione derivano diversi standard per l'assunzione di donne e uomini (si pensi alle forze armate ed agli standard diversi per donne ed uomini) . Questo è realmente sessismo ed è la diretta conseguenza del feminismo.

Citazione

...più volte mi hanno allontanato per mere questioni estetiche.

Perdonami, ma se ti trovano brutto e ti rimbalzano non vedo il problema...

 Heart

Loggato


- Vuoi informazioni sui miei corsi di seduzione? -
- Vuoi mandarmi un   messaggio? -
- Per richieste di moderazione clicca QUI -

TermYnator

  • Gran Maestro
  • Administrator
  • Guru della penna
  • *
  • Mi piace = 1622
  • Online Online
  • Sesso: Maschile
  • Età: 55
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 9526

Re: Le ragazze/donne italiane

« Risposta #8 del: 16 Agosto 2017, 13:56:10 »

Vero, nei primi anni '70 o non ero nato o ero in fasce, quindi non ho assistito a questa cosa, di cui però oggi subiamo gli effetti nefasti, soprattutto le donne.

Loggato


per la forza di volontà che ci metti nel superarti sempre©beeblebrox
Sono convinto che ce la farai©^X^
Bello come descrivi il sesso, dovrebbe essere sempre così©Acqua
Sei una splendida persona, dentro, fuori e ricoperto@Amica
Ottimo osservatore@Termynetor
Si vede che stai diventando forte. Continua così e tra poco ce l' avrai fatta@Shark
mi piaci, uno che dice le cose dirette come stanno, fanculo il politically correct @Kleos
Sfigatto è uno che ci prova incessamente a differenza di moltissimi altri @ SunBeam

Micione

  • SI-Reliable User
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 118
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 43
  • Residenza: Terra di mezzo
  • Posts: 2287
  • In hoc signo vinces (§)

Re: Le ragazze/donne italiane

« Risposta #9 del: 16 Agosto 2017, 16:50:50 »

Io amo sempre dire, italiana o straniera, la gnocca non ha bandiera.   Afro

Personalmente non ho difficoltà ad ammettere che negli ultimi anni di carriera mi sono specializzato in gnocca straniera, anzi, di una ben precisa provenienza. Non rinnego nulla e lo rifarei.

Ciononostante in passato mi sono tolto le mie soddisfazioni anche all' interno dei confini nazionali, e guarda caso, le cose migliori le ho fatte con ragazze di un certo spessore, non sciacquette tutte movida e selfies : in particolare una ricercatrice, una giornalista, una veterinaria, un' insegnante, un' archeologa, un paio di studentesse brillanti...quindi non parlo certo di cretine.

Quello che voglio dire, quindi, è che sono in via  prevalente (se non addirittura esclusiva) le decerebrate o comunque ragazze dalla personalità assai debole a farsi influenzare e destabilizzare dal contesto parzialmente descritto da TermY.

Loggato


"Il tuo è un gioco molto politico" - Athos
"Non hai letto il MM? Allora devi essere espulso dal gioco !" - Neo1987
"L' assaporatore ufficiale dell' AdM - TermYnator
"Non è il massimo?E che ti frega, se ti attizza vacci uguale! Piuttosto che niente, meglio piuttosto" - Athos
"Quando fai l' espressione giusta, sei quasi fico" - TermYnator
"Ty delaesh bisnes" - HB insegnante di russo
"Meglio una russa bona, che un' italiana cessa"  - TermYnator
"Sergente Hartman della Fregna" - Azimut, già Expeausition

Shark72

  • CSI-6
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = 289
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 3847
  • Fino alla Fine

Re: Le ragazze/donne italiane

« Risposta #10 del: 16 Agosto 2017, 19:02:19 »

Citato da: Shark72 il 16 Agosto 2017, 16:50:50

...
Quello che voglio dire, quindi, è che sono in via  prevalente (se non addirittura esclusiva) le decerebrate o comunque ragazze dalla personalità assai debole a farsi influenzare e destabilizzare dal contesto parzialmente descritto da TermY.

O le nuove generazioni. FAi la media dell'età delle ragazze che citi come valide, e dimmi se non è sopra i 30  Wink

 Heart

Loggato


- Vuoi informazioni sui miei corsi di seduzione? -
- Vuoi mandarmi un   messaggio? -
- Per richieste di moderazione clicca QUI -

TermYnator

  • Gran Maestro
  • Administrator
  • Guru della penna
  • *
  • Mi piace = 1622
  • Online Online
  • Sesso: Maschile
  • Età: 55
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 9526

Re: Le ragazze/donne italiane

« Risposta #11 del: 16 Agosto 2017, 19:27:50 »

Oggi certamente l'età media di quel gruppetto viene sopra i 30, ma all' epoca no.

Sulle nuove generazioni attuali non mi pronuncio perché sono da troppo tempo fuori dall' attività e non ho riscontri, ma posso affermare senza alcun dubbio che rimorchiare negli anni 2000 fosse molto più semplice rispetto agli anni '80 e '90, quindi, pur essendo fuori dal campo da un po', non vedo motivi oggettivi per ritenere che il trend si sia invertito.

Anche perché se, come hai correttamente osservato, "le straniere giocano al ribasso su Tinder" (piattaforma su cui non ho mai operato, ma mi fido), le italiane  in qualche modo devono adeguarsi, per non essere "espulse dal mercato". Un po' come i lavoratori italiani costretti ad accettare salari inferiori a causa della concorrenza di manodopera a basso costo offerta dagli stranieri. E si adeguano, altroché : te poi hai girato più di me, i nostri paeselli non fanno testo, ma nelle grandi città le ragazzine fanno certi numeri che in confronto quelle che ai nostri tempi venivano bollate come zoccole sembrerebbero educande.

Certo, se poi invece che rimediare qualche sana scopata uno vuole cercare qualcosa di diverso, il discorso si complica notevolmente. Ma da qui a pensare che tutte le ragazze delle nuove generazioni siano prive di valori e rincretinite, dedite solo a cazzeggio, movida e social, ce ne corre, non voglio essere così pessimista.

« Ultima modifica: 16 Agosto 2017, 19:30:27 da Shark72 »

Loggato


"Il tuo è un gioco molto politico" - Athos
"Non hai letto il MM? Allora devi essere espulso dal gioco !" - Neo1987
"L' assaporatore ufficiale dell' AdM - TermYnator
"Non è il massimo?E che ti frega, se ti attizza vacci uguale! Piuttosto che niente, meglio piuttosto" - Athos
"Quando fai l' espressione giusta, sei quasi fico" - TermYnator
"Ty delaesh bisnes" - HB insegnante di russo
"Meglio una russa bona, che un' italiana cessa"  - TermYnator
"Sergente Hartman della Fregna" - Azimut, già Expeausition

Shark72

  • CSI-6
  • Vate del calamaio
  • *
  • Mi piace = 289
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 3847
  • Fino alla Fine

Re: Le ragazze/donne italiane

« Risposta #12 del: 16 Agosto 2017, 20:29:38 »

Citato da: Shark72 il 16 Agosto 2017, 19:27:50

Certo, se poi invece che rimediare qualche sana scopata uno vuole cercare qualcosa di diverso, il discorso si complica notevolmente. Ma da qui a pensare che tutte le ragazze delle nuove generazioni siano prive di valori e rincretinite, dedite solo a cazzeggio, movida e social, ce ne corre, non voglio essere così pessimista.

Certo che no. Ma se mi chiedevi 10 anni fa "quale è la percentuale di psicho rmp sul totale" ti avrei risposto una cifra nettamente più bassa di quella che risponderei ora. E la causa è la stessa.

 Heart

Loggato


- Vuoi informazioni sui miei corsi di seduzione? -
- Vuoi mandarmi un   messaggio? -
- Per richieste di moderazione clicca QUI -

TermYnator

  • Gran Maestro
  • Administrator
  • Guru della penna
  • *
  • Mi piace = 1622
  • Online Online
  • Sesso: Maschile
  • Età: 55
  • Residenza: Toscana
  • Posts: 9526

Re: Le ragazze/donne italiane

« Risposta #13 del: 16 Agosto 2017, 21:06:17 »

Riferendomi a chi ha esperienza, sopratutto sul campo italico, vi è un parallelismo tra la differenza italiane/straniere ed (italiane)settentrionali/meridionali?

« Ultima modifica: 16 Agosto 2017, 21:23:07 da Meursault »

Loggato

Meursault

  • SI-Reliable User
  • Osservatore
  • *
  • Mi piace = 1
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Sicilia
  • Posts: 9

Re: Le ragazze/donne italiane

« Risposta #14 del: 16 Agosto 2017, 23:07:21 »

Citato da: TermYnator il 16 Agosto 2017, 13:20:29

Il senso dell'aneddoto del napoletano è questo:
il napoletano voleva far sesso, ma le italiane non ci stavano. Quindi, come la maggior parte dei maschi italici che volevano far sesso con una certa velocità, ripiegava su donne statisticamente più facili: le straniere. Nell'immaginario collettivo maschile la straniera era quella facile e quindi da evitare per relazioni serie, l'italiana quella difficile e quindi da prediligere come moglie per i propri figli.
Nel suo percorso il napoletano ha trovato però una inglese seria al pari delle sue conterranee, che lo ha soddisfatto in tutto e si è sposato.

La morale non è quindi "andate con le straniere"  Wink

 Heart

Io l'avevo inizialmente fraintesa, poi ho riletto il tutto, assieme alla risposta, il senso che mi ero dato è questo: "la straniera molto spesso è più facile in quanto la maggioranza delle volte sta in vacanza, mentre con l'italiana devi giocare bene e distinguerti"... ci sono andato vicino Wink

Loggato


"The world is full of Kings and Queens
Who blind your eyes and steal your dreams
It's Heaven and Hell, oh well"

Snake

  • CSI-6
  • Suggeritore
  • *
  • Mi piace = 26
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Residenza: Veneto
  • Posts: 245
Pagine: [1] 2 3   Vai Su
« precedente | successivo »
Salta a: