Per rispondere alle discussioni e partecipare al forum ACCEDI oppure ISCRIVITI !

Imparare ad approcciare gratis

Imparare a sedurre gratis

« precedente | successivo »
Pagine: [1]   Vai Giù
0 Utenti e 1 Visitatore stanno guardando questo topic.
Autore Topic:

Emozioni, queste sconosciute (parte 2)

(Letto 108 volte)

Emozioni, queste sconosciute (parte 2)

« del: 14 Giugno 2017, 21:10:14 »

Sono stata via dal forum per un po' ma non mi sono dimenticata dei miei impegni ed oggi, come promesso, parliamo del ruolo che hanno le emozioni nella comunicazione.

Innanzitutto le emozioni, come già detto nel post precedente,servono per la comunicazione interna, sono segnali che ci avvertono di qualcosa nell'ambiente e ci preparano a reagire
Ma fondamentale è anche il loro ruolo nella comunicazione tra persone.

Immaginiamo un gruppo di primitivi, uomini e donne, intenti tutti tranquilli a svolgere le loro mansioni quotidiane. Ad un certo momento uno di loro, che chiameremo A, individua un leone che si avvicina lentamente.
La sopravvivenza del gruppo dipende dalla capacità di A di comunicare la sua paura e dalla capacità del gruppo di cogliere che la sua espressione denota paura.
La nostra capacità di esprimere e cogliere emozioni si è evoluta in noi perchè fondamentale per la nostra sopravvivenza. E' stata la prima tipologia di linguaggio utilizzata per comunicare i propri stati interni.
Questo, ancora una volta, ci sottolinea come sia fondamentale imparare a gestire, riconoscere e convivere con le emozioni proprie e degli altri.

Avrete tutti sentito del famoso studio di Paul Ekman che, riprendendo Darwin, individua in tutte le culture del mondo 6 espressioni facciali che corrispondono alle stesse 6 emozioni. Queste 6 emozioni, rabbia, tristezza, paura, disgusto, gioia e sorpresa,  sono quindi universali, innate e con un elevato valore adattativo. E' il linguaggio universale dell'uomo (anche delle scimmie antropomorfe) per comunicare i propri stati interiori.

Numerosi studi hanno confermato l'importanza della comunicazione delle emozioni  evidenziando come, per esempio, si riesca a cogliere il tipo di emozione espresso da un volto anche se questo è presentato subliminalmente e anche a reagire a questa. Nuovamente si può facilmente capire quanto per la nostra sopravvivenza siano fondamentali le emozioni e la loro comunicazione
Altri studi hanno osservato che le espressioni facciali, soprattutto quelle di disgusto, divengono più pronunciate ed evidenti quando siamo in compagnia di altre persone. Ciò ne evidenzia l'importanza nella comunicazione tra gli uomini.

In parole povere siamo programmati per rispondere alle emozioni degli altri. Queste hanno quindi un'importanza fondamentale nella nostra comunicazione e potremmo dire che la comunicazione è la base delle relazioni umane e quindi della seduzione

Veicolare attraverso la propria espressione facciale le emozioni giuste è fondamentale nella comunicazione e, dunque, anche e soprattutto nella seduzione. Vale la pena impegnarsi difronte ad uno specchio per perfezionare le proprie espressioni, per essere sempre consapevoli delle emozioni che stiamo mostrando agli altri.

Bibliografia:

- Yamada, M., Decety, J. (2009). Unconscious affective processing and empathy: An investigation of subliminal priming on the detection of painful facial expressions. Pain, 143, 71-75

- Jäncke, L., Kaufmann, N. (1994). Facial EMG responses to odors in solitude and with an audience. Chem Senses, 19, 99-111

Loggato


When things don't work well in the bedroom, they don't work well in the living room either.
- William Masters -

SoS

  • Science of Sex
  • CSI-Expert
  • Scribacchino
  • *
  • Mi piace = 38
  • Offline Offline
  • Sesso: Femminile
  • Posts: 47

Re: Emozioni, queste sconosciute (parte 2)

« Risposta #1 del: 15 Giugno 2017, 16:22:41 »

Mi sei mancata!

Citato da: SoS il 14 Giugno 2017, 21:10:14

Veicolare attraverso la propria espressione facciale le emozioni giuste è fondamentale nella comunicazione e, dunque, anche e soprattutto nella seduzione. Vale la pena impegnarsi difronte ad uno specchio per perfezionare le proprie espressioni, per essere sempre consapevoli delle emozioni che stiamo mostrando agli altri.

Verissimo, e chi lo fa ottiene risultati.
Una cosa che noto però è che talvolta mancano proprio le emozioni, nel senso che se raccontiamo qualcosa lo facciamo più per informare il nostro interlocutore, oppure per cercare di ottenere conferme come nel caso di approccio con una ragazza o di un colloquio di lavoro. Difficilmente, a mio avviso, parliamo per trasmettere emozioni, di conseguenza fatichiamo anche solo a capire quali siano le emozioni che abbiamo provato, e quindi ad esprimerle.

+1 per questo post che mi ha ispirato la piccola riflessione che ho appena riportato

Loggato



.\ /.
-----

AlterEgo

  • CSI-6
  • Grafomane
  • *
  • Mi piace = 100
  • Offline Offline
  • Posts: 1113

Re: Emozioni, queste sconosciute (parte 2)

« Risposta #2 del: 16 Giugno 2017, 10:03:18 »

Scrivi poco ma sempre ad alto livello, quindi le tue assenze ti si perdonano volentieri.
Hai concluso un'altro scritto di alto livello, complimenti +1 Thumbs Up

Loggato


per la forza di volontà che ci metti nel superarti sempre©beeblebrox
Sono convinto che ce la farai©^X^
Bello come descrivi il sesso, dovrebbe essere sempre così©Acqua
Sei una splendida persona, dentro, fuori e ricoperto@Amica
Ottimo osservatore@Termynetor
Si vede che stai diventando forte. Continua così e tra poco ce l' avrai fatta@Shark
mi piaci, uno che dice le cose dirette come stanno, fanculo il politically correct @Kleos
Sfigatto è uno che ci prova incessamente a differenza di moltissimi altri @ SunBeam

Micione

  • SI-Reliable User
  • Oracolo della biro
  • *
  • Mi piace = 114
  • Offline Offline
  • Sesso: Maschile
  • Età: 43
  • Residenza: Terra di mezzo
  • Posts: 2235
  • In hoc signo vinces (§)

Re: Emozioni, queste sconosciute (parte 2)

« Risposta #3 del: 19 Giugno 2017, 15:28:35 »

Grazie mille, fa sempre molto piacere essere apprezzati per i contenuti che si tenta di trasmettere.
Riprendendo la riflessione di AlterEgo, trovo che tu abbia decisamente ragione e che questa mancanza di emozioni sia dovuta, generalmente, non ad una vera e propria assenza ma più ad un'incapacità di rendersi conto di cosa si stia provando. Siamo tutti generalmente poco allenati ad ascoltare e riconoscere le nostre emozioni

Loggato


When things don't work well in the bedroom, they don't work well in the living room either.
- William Masters -

SoS

  • Science of Sex
  • CSI-Expert
  • Scribacchino
  • *
  • Mi piace = 38
  • Offline Offline
  • Sesso: Femminile
  • Posts: 47
Pagine: [1]   Vai Su
« precedente | successivo »
Salta a: